I possessori di Wii U avranno sicuramente acquistato Super Mario Maker, avventura dedicata al tanto amato idraulico in cui era possibile non solamente creare da zero i propri livelli, ma anche condividere il tutto in rete e al contempo affrontare le creazioni degli utenti on line.

A un anno di distanza, Nintendo lancia sul mercato la versione 3DS di Super Mario Maker, avventura che da un lato riesce a mantenere le medesime caratteristiche della controparte per console migliorando per certi aspetti il contenuto dedicato al single player, ma dall'altro obbligata a rinunciare ad alcuni elementi particolarmente importanti.

Andiamo quindi ad analizzare ogni singolo aspetto di Super Mario Maker.

GAMEPLAY

Super Mario Maker non dispone di un vero e proprio Story Mode, di conseguenza focalizziamo la nostra attenzione sul gameplay. Questa volta tocca al piccione Yamamura trasformarsi in cicerone e accompagnare il giocatore in un corposo tutorial, in grado di spiegare per filo e per segno ogni elemento presente nel gioco. Chi ha affrontato la versione Wii U si accorgerà della presenza di approfondimenti più efficaci e soprattutto più completi.

La base del gioco rimanere comunque la stessa. Le opzioni originali rimangono praticamente inalterate, di conseguenza chi ha già dimestichezza con il gioco si troverà al cospetto della medesima interfaccia, la quale risulta chiara comunque anche per quella fetta di utenti che non hanno ancora avuto modo di testare con mano Super Mario Maker. La vera novità risiede nella modalità “Sfida di Mario”, sezione in cui l'obiettivo sarà quello di superare diciotto mondi, suddivisi da quattro stage creati direttamente dai programmatori di casa Nintendo. Come nel più classico schema, Mario dovrà affrontare tre livelli e il castello di Bowser finale, il tutto allo scopo di sbloccare nuovi strumenti ed elementi da sfruttare poi in ogni stage creato dal giocatore stesso. La soluzione adottata funziona alla grande e va a colmare il vuoto lasciato nella versione Wii U, la quale proponeva “solamente” l'esperienza di condivisione e test dei livelli avversari.

Inutile sottolineare che il level design proposto dai programmatori è una continua citazione legata ai capitoli precedenti. Balzano subito all'occhio le diverse nuove versioni di livelli classici presi direttamente da diversi titoli del marchio, feature in grado di strappare non pochi consensi soprattutto tra i fan del brand. Purtroppo non tutti i livelli risultano davvero efficaci, ma possiamo comunque ritenerci più che soddisfatti da questa “Sfida di Mario”, come del resto del nuovo sistema dedicato alle sfide e medaglie.

E' bene sottolineare che ogni stage propone due obiettivi aggiuntivi. Portando a termine il compito assegnato, il giocatore potrà avere accesso a una serie di medaglie d'oro, le quali potranno essere utilizzate per accedere al mondo bonus nascosto. Le sfide preparate per l'occasione non solamente risultano accattivanti, ma al contempo sono davvero complicate, di conseguenza capiterà spesso di cambiare completamente la strategia di gioco e optare per una soluzione alternativa. Longevità quindi garantita dalla presenza di prove complicate al punto giusto e in grado di tenere il giocatore incollato allo schermo, fattore non da poco dato che la modalità principale non dispone effettivamente di un livello di difficoltà troppo impervio.

Come anticipato in apertura, Super Mario Maker per 3DS ha subito alcuni tagli di spessore soprattutto in ambito multiplayer. Il supporto online del gioco è stato limitato in maniera fin troppo importante, basti pensare che è impossibile condividere in rete le proprie creazioni, di conseguenza una volta data vita a un livello sarà possibile tenerlo memorizzato solamente nel proprio dispositivo o al massimo scambiarlo in locale, tramite collegamento wifi. E' comunque possibile accedere alle creazioni della community Wii U e sfruttare diversi livelli “consigliati” direttamente da Nintendo, ma è necessario tenere conto che la struttura dei livelli creata sulla console fissa potrebbe non adattarsi a quella per 3DS, sia per quanto riguarda un hardware comunque meno performante che dalla presenza di stage dalle dimensioni non proprio adatte a un'avventura mobile.

COMMENTO FINALE

Super Mario Maker per 3DS propone senza dubbio un numero elevato, e convincente, di contenuti dedicati alla modalità single player in grado di donare al gioco una longevità davvero elevata. Al contempo, l'assenza della possibilità di condividere in rete le proprie creazioni trasforma il prodotto in un'avventura videoludica poco affascinante, se non si ha a disposizione un gruppo di amici/parenti in possesso di 3DS e una copia del gioco, con cui scambiare i livelli.

GAMEPLAY 8 TECNICA 8 LONGEVITA' 7 MULTIPLAYER 6 GLOBALE 7 Modalità in singolo interessantiEditor funzionaleSfide di difficoltà convicente Supporto in rete con grosse lacuneStage Wii U con grossi limiti SketchT

SHARE

LEAVE A REPLY