Mouse e tastiera, su PC, sono le due periferiche preferite dalla maggior parte dei videogiocatori in quanto riescono ad offrire un livello di precisione difficile da trovare sui controller tradizionali, per non parlare della possibilità di personalizzazione di alcune periferiche create appositamente per il gaming.

Nacon, una giovane azienda in ambito di periferiche create proprio per il gaming, ha però deciso di progettare, insieme al professionista degli eSports Norman “Gen1us” Chatrier, un controller creato appositamente per i giocatori di PC e abbinato ad uno dei software più evoluti mai realizzati per un controller e in grado di emulare in modo perfetto le funzionalità di una tastiera e i movimenti del cursore del mouse.

Lo sviluppo della periferica è durato circa due anni, durante i quali il GC-400ES ha raggiunto un primo importante traguardo, sancito dal successo della campagna di crowdfunding su Indiegogo.

Nacon, con il suo GC-400ES, riuscirà a convincere i giocatori di PC ad abbandonare mouse e tastiera? Scopriamolo attraverso la nostra recensione.

CONTENUTO CONFEZIONE E ASPETTO ESTETICO

Il controller di casa Nacon si presenta subito con un design accattivante ed aggressivo ma nello stesso tempo elegante grazie alla finitura lucida di colore nero presente nella parte posteriore e alla colorazione bronzata delle lettere e dei simboli presenti sui tasti.

Dimensioni ed ergonomia sono molto simili a quelle del pad di Xbox One. Scelta tutt'altro che sbagliata considerando che ad oggi i controller più utilizzati su PC sono proprio quelli delle console di casa Microsoft, considerati spesso i migliori pad in commercio.

Le levette analogiche sono in posizione asimmetrica sostenute da una struttura in alluminio: quella di sinistra ha la parte superiore concava, che ci garantisce una maggiore presa del pollice sulla levetta, mentre quella di destra è convessa, caratterizzata dalla presenza del logo Nacon.

Nella parte superiore, tra lo stick analogico e gli immancabili tasti azione (Y-B-A-X), troviamo tre tasti utili per cambiare modalità. A fianco della levetta analogica destra troviamo invece il D-PAD a otto direzioni progettato appositamente per i picchiaduro. Sul retro il GC-400ES è dotato di quattro tasti completamente personalizzabili tramite l'apposito software. Nella parte posteriore troviamo invece i quattro grilletti.

Il peso iniziale del controller è di 156 grammi tuttavia grazie alla presenza, nella confezione, delle tre coppie di pesi (10g, 14g, 17g) da inserire negli appositi spazi presenti nelle impugnature, possiamo personalizzare il peso del GC-400ES al fine di adattarlo alle nostre esigenze. All'interno della scatola oltre all'immancabile GC-400ES, troviamo il cavo intrecciato per collegare tramite USB la periferica al nostro PC, i pesi e la chiavetta per aprire gli spazi in cui inserirli. In aggiunta, oltre al libretto di istruzione e ad una serie di adesivi Nacon, troviamo un custodia in tessuto utile per il trasporto del nostro controller.

UTILIZZO E SOFTWARE

I materiali utilizzati per il GC-400ES sono assolutamente di buona qualità. La sua ergonomia e la rifinitura gommata che caratterizza praticamente tutto il pad, fatta eccezione per la parte posteriore, permette un'impugnatura praticamente perfetta e anche dopo molte ore di utilizzo il controller non è mai risultato scivoloso.

Nota non particolarmente positiva invece per i quattro tasti posti sul retro che, oltre ad essere troppo duri da premere, risultano poco comodi a causa della loro posizione. Lato negativo anche la totale assenza della vibrazione che potrebbe suscitare il malcontento di qualche videogiocatore.

Ottimo il D-PAD, o croce direzionale, che, nonostante inizialmente risulti difficile nell'utilizzo, risulta eccellente quando viene utilizzato nei picchiaduro dopo il breve periodo di “familiarizzazione” iniziale. Nel nostro caso abbiamo testato il controller su Killer Instinct e, oltre ad essere rimasti pienamente soddisfatti in ambito precisione, nell'esecuzione delle varie combo il feedback ha superato le nostre aspettative. Da sottolineare che inizialmente il D-PAD potrebbe risultare leggermente rigido tuttavia non bisogna preoccuparsi in quando dopo alcune ore di utilizzo il meccanismo si ammorbidisce senza perdere in precisione.

Eccellente la scelta di dotare il GC-400ES di ben tre differenti modalità che si possono attivare o disattivare tramite i tasti nella parte centrale superiore. A seconda della modalità selezionata il led, posto intorno alla levetta analogica di destra, si colora di luce blu per la modalità DirectInput, di viola per la XInput e di rosso per la modalità nota come Pro Gamer che di fatto è quella che ci permette di creare profili e personalizzare una serie di parametri tramite l'apposito software.

Si possono creare e salvare fino a 4 profili differenti che il GC-400ES conserverà nella sua memoria interna: collegando la periferica su un PC diverso dal nostro i profili saranno sempre disponibili e si potrà passare da uno all'altro cliccando semplicemente sul tasto centrale.

E' possibile creare da zero i nostri profili al fine di settare tutti i vari parametri, in alternativa Nacon ci permette di scaricare una serie di profili già creati e dedicati a tantissimi giochi, tra cui Overwatch, Skyrim, CS GO, League of Legends, DOOM e cosi via.

La vera quintessenza del controller di casa Nacon è, senza ombra di dubbio, la levetta analogica destra che, oltre ad essere dotata di un’ampiezza di movimento di 46°, può essere personalizzata tramite il software di gestione. Si può, quindi, impostare la sensibilità, la curva di risposta in base al tipo di movimento (piccolo, medio e grande), il raggio della zona morta e di quella dinamica insieme alla latenza e alla soglia. La levetta in questione è convessa tuttavia, grazie alla presenza del logo Nacon sulla superficie, non risulta in nessun modo scivolosa e offre una presa perfetta.

Non meno importante è la sezione del software dedicata alla mappatura dei tasti tramite la quale possiamo assegnare una specifica azione a tutti i tasti del controller, compreso D-PAD e levette analogiche, per un totale di 24 possibilità.

Il processo di installazione del controller di casa Nacon è semplicissimo: abbiamo collegato il GC-400ES su un PC dotato di Windows 10 e il sistema ha riconosciuto immediatamente la periferica installando gli appositi driver. Successivamente abbiamo scaricato e installato il software destinato alla personalizzazione del nostro pad, reperibile sul sito ufficiale di Nacon.

Visualizza a Schermo Pieno

Il software, oltre ad essere disponibile in lingua Italiana, è davvero semplice e mostra con una serie di grafici dettagliati le varie modifiche che apporteremo al controller.

Abbiamo testato il GC-400ES su varie tipologie di giochi e nel complesso la nuova periferica di casa Nacon è realmente in grado di offrire una valida alternativa all'accoppiata mouse e tastiera. Su Skyrim, ad esempio, il GC-400ES svolge un ottimo lavoro permettendo una gestione dei menu di gioco immediata e semplice. Anche negli FPS e nei MOBA il controller di casa Nacon è risultato ottimale.

Siamo poi passati all'intramontabile Counter Strike: Global Offensive, a Overwatch e al MOBA Heroes of the Storm. Nelle varie partite effettuate non abbiamo sentito in modo particolare la mancanza del mouse e della tastiera in quanto, grazie alla possibilità di personalizzare vari parametri, la precisione offerta è risultata sopra le aspettative. In aggiunta, i tasti mappabili sono risultati assolutamente sufficienti anche se, come anticipato precedentemente, i quattro tasti posti sul retro risultano scomodi a causa della loro posizione.

Giudizio leggermente differente per gli strategici. In Starcraft, ad esempio, i tasti disponibili sul controller non sono sufficienti a gestire la moltitudine di unità e strutture anche se è bene precisare che lo strategico di casa Blizzard è uno dei più complessi in commercio e su RTS caratterizzati da un minor numero di unità il GC-400ES potrebbe in parte sostituire mouse e tastiera.

CONCLUSIONE

Il GC-400ES è sicuramente uno dei migliori controller per PC presenti sul mercato ed è in grado di sostituire l'accoppiata mouse e tastiera con buoni risultati. Grazie al software in dotazione la personalizzazione è praticamente totale e settando vari parametri si riescono ad ottenere risultati assolutamente soddisfacenti in termini di precisione e velocità d'azione. In alcuni casi, come ad esempio in Starcraft, i tasti mappabili non sono sufficienti a gestire unita e strutture tuttavia nella maggior parte dei giochi il numero dei tasti disponibile è assolutamente adeguato.

Note positive anche per quanto riguardano i materiali utilizzati, l'ergonomia, il design e la possibilità di personalizzare anche il peso del controller.

I difetti della periferica di casa Nacon sono veramente pochi e tra questi segnaliamo la mancanza della vibrazione in tutte e tre le modalità. Alcuni giocatori potrebbero inoltre lamentarsi dell'assenza della tecnologia wireless ma è bene precisare che in una periferica cablata il segnale di risposta è nettamente superiore.

Il GC-400ES è disponibile a circa 90 euro, prezzo assolutamente giustificato sia dal punto di vista dei materiali che da quello più tecnico. Da considerare inoltre che, acquistando l'accoppiata di un mouse e una tastiera create appositamente per il gaming, i prezzi sono notevolmente superiori.

killy79

SHARE

LEAVE A REPLY